- Fatturazione Elettronica

Obbligo di fatturazione elettronica dall’1.1.2019 gravante anche sugli enti no profit, con distinguo tra enti dotati di partita IVA ed enti privi di partita IVA.

Mentre i primi dovranno registrare il proprio indirizzo telematico abbinandolo al proprio numero di partita IVA, gli enti non commerciali dotati solo di codice fiscale, non essendo operatori IVA in senso stretto, rivestono le caratteristiche di consumatori finali e pertanto non sono soggetti all’obbligo di emissione di fattura elettronica.

Per questi ultimi, posto che le fatture emesse in forma cartacea non avranno più valore, si pone il problema di come ricevere l’e-fattura dai propri fornitori.

Non sussistendo l’obbligo di fornire al cedente/fornitore l’indirizzo PEC, gli enti no profit privi di partita IVA comunicheranno il proprio codice fiscale e, in quanto privi del codice destinatario, riceveranno copia analogica o informatica della fattura elettronica, che recherà nel campo “codice destinatario” il numero convenzionale “0000000”.

La fattura elettronica ricevuta sarà inoltre resa disponibile all’ente sul sito web dell’Agenzia delle Entrate nell’area riservata di Fisconline chiedendo i codici di accesso.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici di sessione non traccianti che scompaiono alla chiusura del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie clicca il bottone "Ulteriori info". Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.