Art. 1
Premessa

Il presente regolamento disciplina le modalità di elezione delle cariche sociali dell’Associazione “Vivere Insieme” – CSVI della Spezia (d’ora in avanti CSVI) secondo i principi dello Statuto vigente.

 

Art. 2
Presentazione delle candidature al Consiglio Direttivo

Ogni ETS avente i requisiti di ammissibilità ai sensi dell’art 6 dello statuto del CSVI può presentare una  candidatura o piu’ candidature alle cariche sociali, nei limiti previsti dai successivi commi.
In caso di elezione dei componenti del Consiglio Direttivo non si applica il voto ponderato di cui all’art. 12 comma 12 dello statuto del CSVI, ma ogni ETS avrà diritto ad un voto come previsto dall’art 13 bis comma 1 dello statuto del CSVI.
Al ricevimento della convocazione dell’Assemblea per il rinnovo delle cariche sociali, il rappresentante legale dell’ETS associato dovrà comunicare per iscritto, alla Segreteria di “Vivere Insieme” il/i nominativo/i delle persone componenti dell’ETS che  intende candidare all’elezione del Consiglio Direttivo.
Ogni associato, sia singolo ETS che singolo  ETS appartenente ad un Gruppo associativo, potrà presentare un numero massimo di due candidati. Il  “Gruppo associativo” è costituito da almeno due associati appartenenti alla medesima rete associativa o organizzazione provinciale, regionale o nazionale
Ciascun associato o Gruppo Associativo  non può esprimere più di un membro nel Consiglio Direttivo.
Tra il termine della presentazione delle candidature da parte degli ETS associati a “Vivere Insieme” e la data dell’Assemblea elettiva devono intercorrere non meno di 20 giorni. La data e l’ora di ricevimento della presentazione di candidatura è annotata a cura degli uffici della Segreteria del CSVI.

 

Art. 3
Accertamento della regolarità delle candidature

La presentazione delle candidature avverrà mediante deposito di dichiarazione di disponibilità dei candidati presso la segreteria del CSVI corredata di curriculum vitae, di un documento d’identità e della lettera di presentazione dell’ETS proponente firmata dal proprio rappresentante legale.  La dichiarazione dovrà essere corredata anche da quanto previsto dal successivo art. 4.
La regolarità delle candidature  è accertata dal Consiglio Direttivo in carica, al fine di verificare i requisiti di ammissibilità delle medesime, secondo lo statuto del CSVI e le normative vigenti in materia.
La decisione di rigetto di una candidatura da parte dell’attuale Consiglio Direttivo, sarà motivata, ed  è  definitiva, salve le impugnazioni e le tutele consentite dalle vigenti leggi.

 

Art.  4
Requisiti dei candidati all’elezione di consigliere

Per soddisfare quanto previsto dall’art. 13 dello Statuto di “Vivere Insieme” comma 6, 7, e 8, e agli articoli di legge In essi citati, il CSVI chiederà ai candidati un’autocertificazione che attesti il possesso dei requisiti di candidabilità su modulo appositamente da essa predisposto che verrà trasmesso ad ogni associato, e che costituirà parte integrante del presente Regolamento elettorale. Tale modulo dovrà essere sottoscritto dal candidato personalmente e dovrà essere depositato insieme alla candidatura.
In caso di sopravvenienza di condizioni di ineleggibilità previste dall’art. 13 comma, 7 e comma 8, il consigliere eletto si considererà automaticamente decaduto e dovrà rassegnare le proprie dimissioni.

 

Art. 5
Composizione del Consiglio Direttivo

Il numero di componenti del Consiglio Direttivo non potrà essere inferiore a 5 né superiore a 15.
Il numero esatto dei componenti del C.D. è determinato dall’Assemblea elettiva in funzione del numero dei candidati alla carica di consigliere ai sensi dell’art. 12 comma 8 dello Statuto del CSVI. La maggioranza assoluta dei componenti del Consiglio Direttivo dovrà essere formata da componenti provenienti dalle associazioni di volontariato ai sensi dell’art. 13 bis comma 5 dello statuto del CSVI.

 

Art. 6
Commissione Elettorale

La Commissione Elettorale viene nominata dall’Assemblea elettiva il giorno stesso delle votazioni prima di procedere alle operazioni di voto ed ha il compito di controllare e coordinare il corretto svolgimento dell’intera procedura elettorale. Essa è formata da 3 membri espressi dagli associati presenti al di fuori della rosa dei candidati a consigliere. Gli ETS associati che vogliono esprimere un proprio candidato all’interno della Commissione Elettorale, nelle modalità di voto di cui all’art. 13bis comma 1 statuto CSVI (no voto ponderato), dovranno presentare  relativa  candidatura, per iscritto a firma  del rappresentante legale,  5 giorni prima dell’Assemblea elettiva agli uffici della Segreteria del CSVI che valuterà l’idoneità formale delle stesse. 
La Commissione elettorale nominata elegge al proprio interno il presidente. Alla commissione viene aggiunto un componente dello staff operativo dipendente del CSVI  che svolgerà le funzioni di segretario.
La registrazione degli elettori all’Assemblea e il diritto alle votazioni nonché la regolarità delle deleghe di cui all’art. 12, comma 10.dello Statuto sono accertate dalla Commissione Elettorale.  I delegati dei rappresentanti legali di ogni singolo ETS associato, riceveranno la scheda elettorale solo se muniti di delega scritta; è ammessa una sola delega tra delegati di diversi associati quindi un massimo di due schede elettorali per ciascun delegato.
Le schede sono timbrate e firmate dal Presidente della Commissione Elettorale.
La Commissione Elettorale procederà allo spoglio delle schede, effettuando tutte le opportune verifiche per accertare la regolarità e la trasparenza della procedura di voto,  e proclamerà l’esito delle elezioni, convocando la prima riunione dell’organo così eletto. Il Consiglio Direttivo nella prima riunione  è presieduto dal presidente della Commissione elettorale.
Delle operazioni di cui sopra viene redatto verbale sottoscritto da tutti i membri della Commissione.

 

Art 7
Pubblicazione candidature ELEZIONI consiglio direttivo

Dieci giorni prima della data di convocazione dell’Assemblea elettiva verranno rese pubbliche le candidature per gli organi sociali e informati gli associati aventi diritto  di voto ai sensi dell’art. 13bis comma 1 statuto CSVI (no voto ponderato).

 

Art. 8
Modalità di votazione

Per la nomina delle cariche sociali le votazioni avvengono per scrutinio segreto a mezzo di schede elettorali preventivamente distribuite agli elettori e ai delegati aventi diritto, predisposte con nome e cognome, data di nascita, ETS di appartenenza dei candidati.

 

Art. 9
Preferenze di voto

Nelle elezioni del Consiglio Direttivo ogni associato ha diritto di esprimere un numero di voti non superiore a 7  nel  caso che il numero dei componenti del C.D. sia  pari a 15. In caso di componenti inferiori il numero di voti utilizzabili da ogni associato  non potrà superare il 50% del numero stabilito dall’assemblea dei componenti del consiglio direttivo. In caso di elezione degli altri organi sociali  ogni associato o gruppo associativo avrà diritto ad esprimere un numero massimo di 3 preferenze per i probiviri e 2 preferenze per i componenti dell’Organo di Controllo, salvo che l’assemblea non decida di eleggerli con   voto palese.  Risulteranno eletti coloro che totalizzeranno il maggior numero di preferenze. A parità di preferenze prevarrà il candidato con maggiore anzianità anagrafica. In ogni caso nell’elezione del Consiglio Direttivo,  prevale la maggioranza dei candidati delle associazioni di volontariato, qualunque sia l’esito del voto, ai sensi dell’art. 13bis comma 5 statuto CSVI.

 

Art 10
Organo di controllo e Collegio dei Provibiri - Elezioni

Per l’elezione dell’Organo di Controllo, che si compone di due membri effettivi e due supplenti, oltre al Presidente dell’organo di controllo stesso che è nominato dall’O.T.C,  e del Collegio dei Probiviri, che si compone di tre membri, il Consiglio Direttivo si riserva di proporre  all’Assemblea elettiva una lista di almeno 5 (cinque)  candidati, non vincolante, per ciascuno dei predetti organismi sociali che dovrà essere sottoposta al voto dell’Assemblea stessa, con le stesse modalità   previste di cui agli art. 6, 8 e 9, salvo il diritto dell’assemblea di porre la votazione con voto palese. La modalità di votazione per le suddette cariche è il voto ponderato ai sensi dell’art. 12 comma 12 dello statuto CSVI.
I candidati alla carica di membro dell’Organo di Controllo e del Collegio dei Probiviri, salvo quanto previsto dallo Statuto, devono possedere la necessaria esperienza e competenza professionale per svolgere correttamente i compiti loro delegati. A tal fine dovranno presentare al momento della candidatura un CV che attesti l’idonea esperienza professionale e che sarà valutato preventivamente dal Consiglio Direttivo.
I  candidati al collegio dei Probiviri debbono essere scelti tra persone esterne all’associazione Vivere Insieme- CSVI della Spezia, e  le candidature dei Probiviri e dell’Organo di Controllo sono incompatibili con ogni altra carica sociale.
L’Organo di Controllo dura in carica tre anni. Il numero di mandati consecutivi completi non potrà essere superiore a 3.
Il Collegio dei Probiviri dura in carica tre anni. Il numero di mandati consecutivi completi non potrà essere superiore a 3.

 

Art. 11
Approvazione regolamento elettorale

Il presente regolamento elettorale verrà approvato alla prima assemblea ordinaria degli iscritti.

 

Art 12.
Controversie

Ogni questione o vertenza nascente dall’interpretazione e/o applicazione del presente regolamento e/o dello statuto dovrà essere rimessa alla decisione insindacabile del Collegio dei Probiviri.

 

Approvato dall’Assemblea dei soci del 30/09/2020

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici di sessione non traccianti che scompaiono alla chiusura del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie clicca il bottone "Ulteriori info". Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.